Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
Elenco Barzellette
Varie 1



- Che differenza c'è tra un fagiolo ed un fagiano?
- Il fagiano prima si spara e poi si mangia, mentre il fagiolo prima si mangia e poi si spara.

Davanti ad una tomba un tale singhiozza:
- Non dovevi morire, non dovevi morire, perché sei morto...
Un passante, commosso, lo vede e domanda:
- Era vostro padre... vostra madre...
E il tale:
- No, era il primo marito di mia moglie!

- Cameriere, questa salvietta è sporca!
- Strano, l'ho data ad altri cinque e non si è lamentato nessuno!

Un giovane eredita dalla zia una fortuna colossale.
Gli arrivano migliaia di lettere con richieste di soldi.
Il giovane non potendo rispondere a tutte fa stampare una circolare che dice:
- La ringrazio per la sua lettera.
Mi chieda ciò che vuole ma non soldi.
E' l'unica cosa che mi ha lasciato mia zia!!!

L'indifferenza
Spesso... quando piangete... nessuno nota le vostre lacrime...
Spesso... quando siete tristi... nessuno nota la vostra infelicità...
Spesso... quando siete felici... nessuno nota il vostro sorriso...
Ma provate a scoreggiare solo una volta...

Un medico, un ingegnere ed un informatico si trovano al bar, ed iniziano a discutere di quale sia il mestiere piu' antico dei tre.
Il medico esordisce: "Nella Bibbia si dice che Dio creo' Eva prendendo una costola da Adamo. Cosa fu quella se non la prima operazione chirurgica? Percio' il mestiere piu' antico e' senz'altro il mio".
L'ingegnere ribatte: "Ma prima la Bibbia dice che Dio creo' il cielo, la Terra e tutto l'universo. Questa e' una mirabile opera di ingengeria, percio' il mestiere piu' antico e' il mio!".
Infine l'informatico dice: "Vi sbagliate entrambi, infatti la Bibbia comincia con: All'inizio era il caos,... e quello chi credete che l'abbia creato?"

Un aereo con una delegazione di scienziati precipita su un'isola deserta e i superstiti sono solo, guarda caso, un ingegnere, un fisico ed un matematico. Unico mezzo di sostentamento la scatolette di carne trasportate dall'aereo. Subito si scatena una rissa per la scelta del metodo con cui aprire le scatolette e alla fine decidono di dividere la carne in tre parti e di aprire separatamente le latte.
Dopo tre mesi arrivano i soccorsi e incontrano l'ingegnere, pingue, che con la fibbia dei pantaloni aveva costruito un apriscatole.
I soccorritori cominciano le ricerche e poco dopo individuano il fisico, fortemente denutrito, che spiega di aver trovato la frequenza di risonanza a cui la scatoletta si apre da sola, quindi colpendo ripetutamente il coperchio con un sassolino prendeva la carne.
Dopo altre ricerche i soccorritori si imbattono in un cadavere che riconoscono subito come il matematico, morto di fame. Accanto al corpo trovano una grossa risma di fogli bruciacchiati pieni di formule ed equazioni. Sulla prima pagina si legge "Supponiamo per assurdo che le scatolette siano aperte...".

Un miliardario ha il vizio di giocare ai cavalli e, stufo di non vincere mai, decide di investire del denaro nella ricerca di un modello matematico che gli assicuri la vittoria. Da' una grossa somma a un gruppo di matematici che si mettono a lavorare al progetto.
Dopo due mesi il capo ricercatore dice al miliardario: "Abbiamo finito e possiamo dire che la soluzione al problema esiste!"
"E qual'e'?" domanda il giocatore.
"Noi siamo matematici e siamo solo in gradi di dirle che esiste".
Il miliardario riflette e capisce che in fondo i matematici sono astratti e che doveva rivolgersi a qualcuno di piu' pratico, quindi chiama i fisici. Stessa solfa e dopo due mesi il risultato e':
"I matematici hanno ragione - dice il capo dei fisici - la soluzione al problema esiste e noi l'abbiamo trovata, nell'ipotesi semplificativa che il cavallo sia una sfera!".
Il miliardario capisce di aver sbagliato un'altra volta e pensa di rivolgersi a qualcuno ancora piu' pratico: gli ingegneri. Versa per la terza volta la somma e, stavolta, va a controllare giorno dopo giorno i progressi del lavoro. Gli ingegneri non si applicano affatto: chi parla al telefono, che naviga in Internet, chi legge il giornale. Dopo due mesi comunque arriva il capo progettista e dice: "Domani lei vada alle Capannelle e punti alla prima corsa su Tizio vincente, nella seconda su Caio vincente,..." e cosi' via.
Il giorno seguente il miliardario va a giocare e vince a tutte le corse. Organizza un party per celebrare la vittoria e a notte inoltrata prende da parte il capo ingegnere e gli chiede come avessero fatto. "Semplice con tutti i soldi che ci ha dato abbiamo comprato tutti i fantini"

Cosa fa un signore che entra in un caffe'? Splash! E se fa Splash...Deng? Vuol dire che qualcuno ha dimenticato il cucchiaino!

Cosa fa un uomo assetato in un deserto? Accende un cerino, ottiene un barlume, spegne il lume e gli rimane il bar.

Sette cinesi entrano in un bar: "Sette te". E il barista: "Bubu'!".

Al telefono: "Pronto? Casa Tomba?". "Sci!".

Al telefono: "Pronto? Porto Ercole?". "Ma porti chi le pare!".

Al telefono: "Pronto? Sei te?". "No, cinque caffe'!".

Al telefono: "Pronto? Ti chiamo dal cellulare". "Finalmente t'hanno messo dentro!"

"Ieri mi ha telefonato il Presidente della Repubblica". "E che ti ha detto?". "Scusi, ho sbagliato numero!"

 

Come si fa a far stare 12 scozzesi in un taxi? Si getta una monetina nel sedile posteriore!

In prigione a Genova: "Perche' sei qui tu?". "Perche' ho rubato dei gioielli infrangendo la vetrina con un mattone". "E ti hanno preso sul fatto?". "No, il giorno dopo quando sono andato a riprendermi il mattone!".

Secolo XVII. Il capitano di un vascello riceve cattive notizie:
- Capitano, una nave pirata si sta avvicinando a dritta!
E il capitano:
- Non preoccupatevi, siate forti, li possiamo battere! Portatemi la mia camicia rossa!
Il capitano, indossata la camicia rossa, prende la sua spada e ingaggia una dura battaglia insieme alla sua ciurma, contro i pirati, dalla quale ne esce vincitore: i pirati sono respinti. La sera i marinai ripercorrono gli avvenimenti del giorno: sono molto fieri del loro capitano che si e' battuto con molto coraggio contro i pirati. Ad un certo punto uno di loro chiede al
capitano:
- Ma perche' avete chiesto, prima della battaglia, la vostra camicia rossa?
E il capitano:
- E' semplice: il rosso e' il colore del sangue, pertanto se fossi stato ferito, voi non ve ne sareste accorti e quindi non sareste stati assaliti dalla paura! Cosi' vi ho resi più forti!
Ovviamente tutti approvano il saggio e coraggioso comportamento del capitano.
Qualche giorno dopo vengono avvistate numerose navi di pirati che puntano dirette sul vascello e non certo con buone intenzioni. La cattiva notizia e' immediatamente portata al capitano. Questi, salito sul ponte, urla ai suoi marinai:
- Non preoccupatevi, siate forti, li possiamo battere!... Portatemi i pantaloni marroni!

Un ragazzo entra in un bar e ordina tre bicchieri di whiskey. Mentre sorseggia il primo inizia una conversazione con il barista e nel frattempo finisce anche gli altri due. Questo succede per diversi giorni, finchè il barista, ormai in
confidenza, dice:
- Se vuoi ti posso mettere i tre whiskey in un unico bicchiere...
Ma il ragazzo risponde:
- No, grazie. Preferisco così. Vedi, sono attaccato ai miei due fratelli che sono rimasti in Irlanda, a tal punto che prendo sempre tre bicchieri di whiskey: gli altri due sono per loro e me li fanno sentire vicini... come se stessimo bevendo qualcosa insieme.
Il barista capisce e continua a servire i tre bicchieri come richiesto dal ragazzo.
La cosa continua per diversi mesi fino a quando il ragazzo entra nel bar ed ordina due bicchieri di whiskey. Il barista, preoccupato, pensa che sia successo qualcosa ad uno dei suoi fratelli. Allora si fa coraggio e chiede:
- E' tutto a posto?
- Perche'? - risponde il ragazzo.
- Beh, per tutti questi mesi hai ordinato tre bicchieri di whiskey: uno per te e due per i tuoi fratelli. Ora ne hai ordinati 2. E' forse successo qualcosa ad uno dei tuoi fratelli?
- No, - risponde il ragazzo - i miei fratelli stanno benissimo. E' solo che ho promesso a mia moglie che avrei smesso di bere...

La moglie di un direttore di Banca , chiede al marito se può eseguire alcuni lavoretti di ordinaria manutenzione casalinga;
- Caro, potresti aggiustare la persiana? si è staccata solo una vite!
- Sei impazzita ! - tuona il marito - Sono un direttore di Banca non sono mica un artigiano! Chiama qualcuno!!
- Caro ci sarebbe da stringere un po' il tubo di scarico del lavandino. Potresti farlo tu?
- Chiama un idraulico !!! Sono un direttore di Banca non sono mica un lattoniere!!!
- Si è rotta la spina del ferro da stiro! Potresti accomodarmela ?
- Basta!!! Sono un direttore non sono un elettricista !!
Un bel giorno il marito al rientro dall'ufficio constata che tutti i lavoretti sono stati eseguiti e che tutto è tornato alla normalità; soddisfatto chiede alla moglie:
-Vedo che ti sei organizzata ! Chi hai chiamato ?
-E' vero caro, sono stata fortunata sai ... Marco, il figlio del portiere si è appena congedato ed in attesa di trovare lavoro si presta per queste piccole manutenzioni, e così oggi mi ha riparato tutto ciò che si era rotto!
- Bene - commenta il marito -..e... quanto hai pagato ?
-Quando è stato tutto riparato ho chiesto a Marco quanto gli dovevo e lui risoluto mi ha risposto : - Non voglio soldi signora ! O mi paga in natura o mi prepara una torta!
Alla insolita richiesta il marito guarda la moglie e le chiede - E tu...naturalmente... gli hai preparato una torta ? vero?
- Ma caro... non sono mica una pasticcera !!!

Un uomo sul punto di morte si rivolge alla moglie: "Cara ricorda che se mi tradirai io mi rigiro nella tomba". "No caro non ti preoccupare, ti saro' sempre fedele". E l'uomo muore e va in paradiso.
Dopo un po' di tempo muore anche la moglie che desiderosa di ritrovare il marito si presenta da San Pietro:
"Mi scusi Pietro sto cercando mio marito Mario".
"Sia piu' precisa. Sa qui di Mario ce ne sono moltissimi".
"Si', era alto, biondo, prestante".
"Ma non ha qualche indicazione in piu'".
"E' arrivato qui circa un anno fa".
"Non basta. Non puo' dire qualcosa in piu'?
"Sul punto di morte mi ha detto che se lo tradivo si sarebbe rigirato nella tomba".
"Ah adesso ho capito. E' laggiù in fondo. qui lo chiamano "il trottola".

Alla stazione ferroviaria un black-out ha messo fuori uso i pannelli informativi e tutti gli orologi. Arriva trafelato un signore, naturalmente senza orologio, che non sa se il suo treno sia in partenza o meno.
Cerca qualcuno a cui chiedere l'ora e vede arrivare tutto sudato un grosso signore, apparentemente tedesco, con due enormi valigie e gli va incontro:
- Scusi, sa dirmi l'ora?
Il signore si ferma, posa le valigie, si terge il sudore e sfodera al polso un orologio di una complessità mai vista, pieno di pulsantini e con un display luminescente:
- Ja, ezzere ore 11.32 e 18,5 zecondi.
Il signore senza orologio ammira la futuristica sveglia del tedesco e subito vuole conoscerne le miracolose funzioni. Il tedesco puntualmente ed orgogliosamente gliele descrive: sveglia, cronometro, computer, agenda, televisore, internet e altre diavolerie incredibili. Il signore, rapito da cotanta tecnologia racchiusa in un così minuscolo apparato, vuole assolutamente acquistarlo:
- Le offro un milione!
- Nein nein, ezzere modello unico fatto da me, no ezzere pozzibile.
- Due milioni!
- Nein... - e cosi' via fino a...
- Trenta milioni!
- E fa bene, eccofelo. - e si slaccia l'orologio in cambio del cospicuo assegno.
Il nostro si mette il prezioso acquisto al polso e sta andandosene contento quando il tedesco lo chiama:
- Zignore, Herr, Zignore... - e mostrando le valigie: - Zta dimenticando le batterie!

Un corridore di formula uno muore durante una gara e va in Paradiso. Il posto è bellissimo ma lui si annoia e chiede a San Pietro di poter guidare ancora una volta un auto. San Pietro lo accontenta ma gli da una cinquecento che non supera i 40 km all'ora. Felice, il corridore comincia a girare in macchina per il Paradiso quando una Ferrari targata "NA" lo supera ad alta velocità. Scocciato per la preferenza fatta a quello sconosciuto, il corridore va da San Pietro:
- "Ma perché se in Paradiso siamo tutti uguali a me hai dato una cinquecento che non corre e ad un matto hai dato una Ferrari targata Napoli che corre a tutta velocità?"
- "Prima di tutto non era targata Napoli ma Nazaret, e poi quello è il figlio del principale!"

Tre scozzesi passeggiano per la strada, uno finisce sotto una machina e muore.
- "Ah, povero McCormic." - dice uno degli sui amici - "Senti, tu lo conoscevi meglio e dovresti andare ad avvisare sua moglie che è morto. Ma mi raccomando, cerca di dirglielo in modo un po' indiretto, se no, la poveraccia potrebbe prendersi un infarto."
Dopo mezz'ora il secondo si trova davanti alla porta dell'appartamento dei McCormic. Suona il campanello. Apre la signora McCormic.
- "Buon giorno. Sono signor McDowal. Lei è la vedova McCormic?"
- "Sono signora McCormic, ma non sono vedova."
- "Scommettiamo che è vedova?"

Padre e figlio, scozzesi:
- "Babbo, quando arriviamo in America?"
- "Stai zitto e nuota!"

"Pilota chiama base. Pilota chiama base. Il motore di destra non funziona."
- "Base chiama pilota. Base chiama pilota. Spegni il motore di destra e cerca di atterrare soltanto con quello di sinistra."
- "Pilota chiama base. Pilota chiama base. Nel motore di sinistra non c'è benzina."
- "Base chiama pilota. Base chiama pilota. Tenta un atterraggio planato."
- "Pilota chiama base. Pilota chiama base. Gli alettoni di coda non funzionano."
- "Base chiama pilota. Base chiama pilota. Ripeti con noi: 'Padre nostro, che sei nei cieli...'."

La Nasa ha programmato un esperimento per provare la resistenza dell' uomo in totale solitudine nello spazio. Per l'esperimento vengono scelti tre uomini: un noto play boy svizzero , un famoso lettore di gialli e un accanito fumatore. Tutti e tre, secondo il progetto Nasa, dovranno essere spediti nello spazio su tre navicelle separate, dove dovranno rimanere in solitudine per ben sei mesi!! Gli viene concesso solo di portare con se qualcosa che li possa aiutare a passare il tempo durante il periodo di permanenza nello spazio. Arriva il giorno della partenza. Il play boy entra nella sua navicella con un'enorme borsa contenente filmini sexy... e parte. Il lettore di gialli porta con se una mezza biblioteca di gialli di tutti i generi... e parte. Il fumatore, ovviamente, si presenta con qualche migliaio di sigarette e sigari di vario genere, sale sull'ultima navicella... e parte. Passano i sei mesi e le tre navicelle tornano sulla Terra. Il primo ad uscire è il play boy... che sembra piuttosto soddisfatto dell' esperienza. Ringrazia e se ne va. Si apre poi il portellone della navicella su cui era il lettore di gialli, anch' esso sembra soddisfatto dell'esperienza fatta. Ringrazia e se ne va. Infine si apre il portellone della navicella sulla quale era il fumatore e appare una figura sconvolta, con gli occhi a palla, otto sigarette in bocca due nelle orecchie e due nel naso. Ad un tratto apre la bocca e fa:
- FIAM... MI... FE... RIIIII!!!

Dante dopo aver composto le prime strofe della Divina Commedia prova a recitarle:
- Nel mezzo del cammin di nostra vita Mi ritrovai in una selva oscura Che la dritta via era smarrita...
A quel punto entra Beatrice e gli fa:
- Ma... Dante... perché dici queste parole arcane?
- Ar cane? E chi j'ha detto gnente ar cane?!?

Bussano alla porta. Il marito dice alla moglie:
- Saranno sicuramente i vicini che ci chiedono di nuovo qualcosa in prestito! Io mi sono proprio scocciato, inventati una scusa e non dargli niente, ci hanno già chiesto un sacco di cose e non ce le hanno più restituite!
La moglie allora risponde:
- Hai ragione, ma la colpa è tua che gli dai sempre tutto. Perché non te la inventi tu una scusa?
- Buona idea! - fa il marito andando ad aprire la porta.
Il vicino, tutto sorridente:
- Buongiorno, le volevo chiedere se oggi pomeriggio ha intenzione di usare il tagliaerba...
- Eh si purtroppo! Io e mia moglie abbiamo deciso di dedicarci al giardino per tutto il pomeriggio.
- Ci avrei scommesso. Allora penso che sarete troppo impegnati per usare le mazze da golf. Non è che ce le presterebbe?

Un romano ed un suo amico francese, mentre passeggiano insieme, si imbattono in un escremento di cane.
- Parbleau!!! - esclama il francese.
Al che il romano ribatte:
- Mah... sarà... ma a me me pare marrone!!!!

Il quotidiano più letto dalle piante: "Il Corriere della Serra".

In edicola: "C'è Oggi ?". "Perchè non mi vede ?!".

Inserzione giornalistica: AAA Ciclope adultero irriducibile cerca donna capace di chiudere un occhio.

Inserzione giornalistica: Cieco occhio destro cerca cieco occhio sinistro per scambio di vedute.

Inserzione giornalistica: Circo cerca clown. Massima serietà.

Inserzione giornalistica: Uomo amputato gamba destra cerca uomo amputato gamba sinistra per fare ... due passi!.

Inserzioni giornalistiche: Vendesi flauto in pelle a ragazza che sappia suonare almeno tre note: SI LA DO.

Notizia giornalistica: Fabbrica di carta igienica andata a rotoli.

Notizia giornalistica: Giovane si schianta contro lampione. Spenti entrambi.

Notizia giornalistica: Mamma picchia il figlio con ferro da stiro: aveva preso una brutta piega!

Notizia giornalistica: Nuova lavatrice lanciata sul mercato: 5 feriti!

Notizia giornalistica: Ragazza violentata. La Polizia ha in mano l'arma del delitto.

Notizia giornalistica: Scontro fra 2 taxi a Genova: 20 feriti!

Notizia giornalistica: Scontro fra 2 carri funebri. Un resuscitato!

Notizia giornalistica: Scoppia di salute: 2 morti e 9 feriti!

Notizia giornalistica: Si sdraia sui binari del treno Palermo-Napoli. Muore con 8 ore di ritardo!

Notizia giornalistica: Uccide la moglie a cornate. Non si conoscono i motivi del delitto

 

successiva