Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
Elenco Barzellette
Varie 8



Su un asciugacapelli in vendita presso la catena Sears: "Non usare durante il sonno" (Accidenti! E' il solo momento nel quale posso occuparmi dei miei capelli)

Su un sacchetto di patatine: "Potresti essere un vincitore! Non e' necessario acquistare. I dettagli all'interno. (Evidentemente un'offerta

Un vecchietto in riva al mare ad un certo punto si decide ad entrare in acqua. Cammina e l' acqua gli arriva alle ginocchia , si ferma un momento e guarda in basso ... a livello del costume .
Continua a camminare e l' acqua gli arriva alle cosce, si ferma un' altra volta a guardare in basso ...
Continua fino a che l' acqua non gli arriva alla vita, si ferma, guarda in basso e dice sconsolato: "
Magari affoghi ... ma col cavolo che l' alzi ' sta testa !!! ".

Due pensionati si incontrano tutti i giorni mentre leggono i manifesti funebri.
Il piu' giovane dei due chiede all'altro: "Ma tu com'e' che vieni sempre qui?".
"Controllo se c'e' il mio nome".
Dopo un po' di giorni il piu' anziano viene a mancare, e quell'altro leggendo il nome dell'amico sui manifesti: "Guarda un po', oggi che c'era non e' venuto".

Due vecchi decidono di fare una gara a chi piscia piu' lontano.
Allora vanno dietro un albero, fanno la pipi' e il primo dice: "Mi sono bagnato le scarpe".
E il secondo: "Hai vinto tu!".

Due anziani chiacchierano. "Io scopo quasi tutti i giorni".
"Boom!".
"Si', quasi il lunedi', quasi il martedi', quasi il mercoledi'...!".

Un uomo e una donna, anziani e vedovi, si incontrano spesso al parco. Parlano, ridono e insomma si stanno simpatici.
Un giorno l'uomo le chiede se, cosi' tanto per fare qualcosa, gli terrebbe un po' in mano l'arnese tanto per vedere se prova ancora sensazioni. La donna un po' riluttante accetta. Non succede niente, ma stanno cosi' sulla panchina a parlare come sempre.
La cosa si ripete ed essendo in fondo innocua la donna continua a tenere in mano l'arnese del vecchio mentre chiacchierano.
Un giorno la donna va come al solito al parco sulla solita panchina, ma l'uomo non si fa vedere. Un po' preoccupata lo
cerca e lo vede da dietro seduto su un'altra panchina con un'altra anziana signora al fianco.
Segue una scenata: "Ma insomma! Siete proprio tutti uguali, anche da vecchi! Non vi si puo' perdere d'occhio un attimo che correte subito dietro alla prima gonnella che passa! Sono ferita! Credevo di potermi fidare di te ... ma insomma! Cos' ha poi quella li' piu' di me?".
"Il parkinson! ".

Un tizio che fa culturismo si rimira allo specchio e nota che e' abbronzato dappertutto tranne che sul cazzo. Cosi' va in spiaggia e si sotterra sotto la sabbia lasciando l'arnese di fuori.
Due vecchiette si trovano a passare di la' ed una dice: "Non c'e' giustizia a questo mondo".
"Come mai ?" - le chiede l'altra.
"Guarda li': quando avevo 10 anni ne avevo paura. Quando avevo 20 anni ne ero curiosa. Quando avevo 30 anni me lo godevo. Quando avevo 40 anni lo chiedevo. Quando avevo 50 anni me lo compravo. Quando avevo 60 anni lo mploravo. Quando avevo 70 anni lo ho dimenticato. Ed ora che ho 80 anni questi bastardi crescono spontanei ! "

Al Crematorio una vecchia signora fa una strana richiesta: "Vorrei chiedervi un piccolo favore. Forse vi sembrera' una richiesta strampalata, ma per me e' molto importante. Mi piacerebbe che dopo la cerimonia funebre il sesso del mio povero marito defunto mi fosse consegnato".
"In effetti e' una richiesta strana. E se non sono indiscreto, posso domandarvi perche'? ".
E la vecchia signora: "Capira'... l'ho sempre avuto in bocca crudo, mi piacerebbe vedere che gusto ha cotto ! ".

Due vecchietti toscani si incontrano al parco del loro paesino.
Uno dei due ha la bocca visibilmente storta, al che l'altro gli domanda: "Oh Beppe, ma icche' ttu ffai con la bocca storta? Ma icche' t'e' successo? ".
L'altro di rimando e con visibile difficolta': "hun trombo! ".
"Ma Beppe, anch'io hun trombo da una vita, ma mica ccio' la bocca storta! ".

Due vecchiette vanno dal fruttivendolo e chiedono due banane. Il fruttivendolo tira su dalla cassetta e dice: "Sono tre; va bene lo stesso?".
E le vecchiette: "Va bene, va bene; vorra' dire che una la mangiamo!".
Tra vecchietti: "Ti ricordi, nel '16, quando eravamo militari e ci mettevano bromuro nel caffe' perche' non ci tirasse?".
"He si', mi ricordo... mi ricordo...".
"Be', mi sembra che cominci a fare effetto..."

Una vecchietta si reca in una palestra di pesistica e chiede all'istruttore di poter fare esercizi. "Si' signora, ma vede alla sua
eta' e' preferibile fare sforzi piu' leggeri; le consiglio un po' di cyclette...".
"No, no, lei non ha capito. Io voglio fare pesi, atletica pesante, non sono mica una mummia ..."
A quel punto la nonnetta per dimostrare le sue capacita' inizia a zompettare per la palestra eseguendo esercizi a livello olimpionico. Infine, sempre sotto gli occhi allibiti dell'istruttore la vecchia conclude la dimostrazione con una spaccata. Allora l'istruttore: "Ma lei e' bravissima! Lei deve fare pubblicita' alla nostra palestra! Aspetti che vado a prendere carta e penna e stipuliamo il contratto".
Al ritorno dell'istruttore la vecchietta e' ancora in spaccata. "Ma ha dei problemi, si e' fatta male?".
"No, no, sto benone...".
"Allora venga qui a firmare...".
"Mah veramente... sa com'e', quando si diventa vecchie e si perdono i peli... diventa come una VENTOSA!"

Un uomo di novant'anni e' seduto su una panchina del parco e piange a dirotto.
Gli si avvicina un giovane che gli offre il suo appoggio.
Tra le lacrime il vecchio gli racconta la sua storia. "Sono innamorato di una donna di 25 anni".
"Cosa c'e' di male?".
Singhiozzando: "Tu non capisci... Ogni mattina, prima che lei vada al lavoro, facciamo l'amore. A mezzogiorno lei torna a casa, facciamo di nuovo sesso, poi mi cucina il pranzo. Al pomeriggio, lei fa un break al lavoro, corre a casa, mi fa un bocchino, il migliore che un uomo possa desiderare...".
Il vecchio non ce la fa piu' e comincia a piangere sempre piu' disperato.
"Io non capisco", fa il giovane, " mi sembra che abbiate una relazione magnifica. Allora perche' piange?".
Tra le lacrime il vecchio: "Ho dimenticato dove abito".

Ci sono tre segni per riconoscere quando si diventa vecchi.
Il primo e' che la memoria diventa sempre piu' debole.
Il secondo e' che non ci si vede piu' tanto bene.
Ed il terzo.... e' che la memoria diventa sempre piu' debole !

L'anziano signor Schwartz e la vedova Esther Cohen sono seduti sulla veranda della casa di riposo dove vivono. Il signor Schwartz, anch'esso vedovo, dice ad Esther: "Per cinque dollari faccio l'amore con te su quella sedia a dondolo, per dieci dollari, faccio l'amore con te su quel divano. Ma per venti dollari, ti porto nella mia camera, accendo un paio di candele e ti regalo la piu' splendida notte di passione che tu possa immaginare....".
Esther considera l'offerta per un momento, e dopo avere guardato dentro la borsetta, da' venti dollari al signor Schwartz. "Allora ti sei decisa per la notte di passione in camera mia ?".
"No, per le quattro volte sulla sedia a dondolo".

Le tre di notte. Squilla il telefono
-Pronto?" "Pronto?…chi parla?…ma è il numero 30 40 56 28?
-Cazzo!… ne avessi azzeccato uno!

Una signora che necessitava di urgenti riparazioni al bagno chiama l'idraulico del quartiere.
Quando arriva lo fa accomodare nel bagno e si allontana. Poco dopo sente delle urla e il suo cane che abbaia incazzatissimo. Si precipita nel bagno e vede l'idraulico spaventatissimo sopra il lavandino assediato dal cane.
-Signora... il cane ! - urla l'idraulico
-Ma non le fa niente... guardi che è castrato!
-Signora.. io non ho paura che mi faccia il culo... ho paura che mi morda !

Paleolitico inferiore.
Di fronte all'ingresso della caverna, il padre vede arrivare il figlio da scuola con pesante pagella di pietra.
Il padre la legge e poi si infuria"E questo cosa sarebbe? Eh, no! - Gigantesca clavata sulla testa - Eh no, caro mio:
capisco un cinque di italiano, capisco anche un due di matematica, ma un tre di storia, con quelle quattro cazzate che ci sono da studiare ..."

Pino e Giacco, ubriachi fradici, alle due di notte sotto un lampione discutono animatamente:
"Ho ragione IO!"
"No, ho ragione IO!"
Una finestra del secondo piano si spalanca e ne esce un uomo in camicia da notte:
"BASTA CON QUESTO CASINO! IO DOMATTINA MI ALZO ALLE CINQUE PER LAVORARE. ANDATE A DORMIRE!"
Pino: "Caro signore, qui la questione e' della massima importanza. Anzi, le chiedo: Lei, per dieci milioni darebbe via il culo?"
Uomo: "Neanche per sogno; andate pure a dormire adesso"
Giacco" E per Cento Milioni, lo darebbe via per cento milioni?"
Uomo: "NO! Per favore adesso andate via"
Pino: " Dica la verità: per mezzo miliardo?"
Uomo: "Per mezzo miliardo ... No, non, neanche per mezzo miliardo"
Giacco:" E per un miliardo? Dico, un miliardo?"
Uomo (spazientito): "Va bene, VA BENE: PER UN MILIARDO DAREI VIA IL CULO! CONTENTI?"
Giacco: "Hai visto Pino? Non e' che mancano i ricchioni, mancano i soldi!"

Un ragazzo si avvicina a un gruppo di passeggiatrici.
-Scusate c'è la Maria?
-No bello… oggi non viene…dai vieni con me che ti diverti!
-Ma tu mi fai come la Maria?
-Ma si!… andiamo...
Sale in macchina e il ragazzo mette in moto dicendo: -Ma tu mi fai come la Maria?
-Ma si!… certo"
Arrivano in un posto appartato e il ragazzo doma
nda ancora: -Ma tu mi fai come la Maria?
-Ma si!… ma insomma cosa mai ti faceva la Maria?
-Credito!

- Mia moglie ed io abbiamo avuto una piccola discussione ieri sera: lei voleva andare all'Opera ed io al cinema
- Ah, veramente? e com'era poi, l'Opera?

C'era una volta un cacciatore che entro' in una casetta, dove Geppetto era intento a segare un pezzo di legno. E il cacciatore gli chiese: 'Cosa fai con quella sega?'
'Un figlio', rispose Geppetto. '
Congratulazioni!' disse il cacciatore. 'Non c'era mai riuscito nessuno!'

Un giornalista si reca in provincia di Potenza per un servizio, vede un uomo e si appresta ad intervistarlo.
- Buongiorno! Lei e' Lucano?
- Noooo, lu cano sta lla', io sono o pastore!

Un tizio ha alcuni problemi di sesso, in pratica soffre di eiaculazione precoce. Pertanto un giorno non potendone più delle lamentele della moglie si reca da un noto sessuologo che gli suggerisce questa soluzione: -Quando fate all'amore e sente che sta per eiaculare provi a fare un forte rumore…questo la deconcentrerà prolungando l'erezione…
L'idea piace al tizio che quindi corre in un negozio di armi e compra una pistola scacciacani.
Il giorno dopo l'uomo torna dal dottore che gli chiede come sia andata.
E lui : -Dottore!.. Stavo facendo un sessantanove con mia moglie quando ho sentito che stavo per venire…allora ho preso la pistola e ho sparato un colpo per fare rumore e deconcentrarmi… un disastro…mia moglie mi ha cagato in faccia, per la paura mi ha staccato con un morso il cazzo.. e dall'armadio e' uscito il mio vicino di casa con le mani in alto che urlava come un pazzo....!

Un bambino in auto col padre vede delle puttane che battono sul viale e gli chiede chi siano.
Il padre (in imbarazzo): "Sono...sono delle venditrici ambulanti!".
"Ah! E cosa vendono?".
"Vendono...un po' di felicita'".
Il bambino riflette sulla cosa e, appena arriva a casa, apre il salvadanaio prelevando 50.000 con l'intenzione di andarsi a comprare un po' di felicita' da quelle signore. Si presenta da una delle puttane e le chiede: "Signora, mi darebbe 50.000 di felicita'?".
La puttana resta allibita, ma visto il periodo di crisi, decide di non lasciarsi sfuggire 50.000 Lire. Cosi' porta il bimbo a casa sua e gli prepara tre enormi fette di pane con la nutella.
A sera il bimbo torna a casa e trova i genitori molto preoccupati. Il padre gli chiede: "Dove sei stato fino ad ora?".
E il bimbo: "Sono stato da una delle signore di stamani a comprare un po' di felicita'!".
Il padre sbianca e gli chiede: "E...allora co-come e' andata??"
Il bimbo: "Beh! Le prime due ce l'ho fatta; la terza pero' l'ho solo leccata".

Tra amici: "A me piace farlo sopra, cosi' la vedo mentre gode...".
Un altro: "A me piace stare sotto, cosi' le vedo le tette...".
Il terzo: "A me piace la pecorina...".
"E cosa vedi ?" chiedono gli altri.
E lui: "L'ultima volta ho visto Milan-Inter !!"

Hillary Clinton si sveglia una mattina di inverno e affacciandosi nel giardino della Casa Bianca tutto imbiancato dalla neve scorge una enorme scritta fatta con l'urina "Hillary è una merda!" Infuriata chiama il capo della CIA:
-Non posso accettare un simile insulto dovete trovare il colpevole… subito
-Non si preoccupi - dice il capo della CIA - con i nostri mezzi sarà un gioco da ragazzi trovarlo!
Passano giorni e Hillary non riceve più notizie e quindi un giorno convoca
il capo della CIA che molto evasivamente la rassicura che stanno indagando.
Dubitando urla : - Non accetto questa risposta voi dovete dirmi chi è stato!
Al chè il capo della CIA imbarazzatissimo risponde.
-Vede signora dalle analisi dell'urina abbiamo accertato che l'urina è sicuramente di Bill Clinton..
-"E allora perché non l'avete detto?… Bill è un buontempone!
-"…perché - aggiunge il funzionario - i nostri esperti dicono anche che la calligrafia è della Levinsky…...!

Nel quartiere di Gerusalemme in mezzo ad una serie di sfolgoranti vetrine di gioiellieri un turista scorge un negozietto con alcuni orologi in vetrina. Interessato entra per fare un acquisto
-"Buon giorno vorrei un orologio…
-Mi spiace - risponde il commesso- ma noi non vendiamo orologi!
-Come? ..ma se avete la vetrina piena di orologi.
-Si…certo ma non vendiamo orologi…
-Mi scusi ma è buffo questo… io vedo una vetrina di…
-Senta - lo interrompe il commesso - noi qui facciamo circoncisioni cosa vuole che mettevamo in vetrina? Cazzi?

Due amici si recano a Mosca per una gita. Durante il viaggio uno dei due esterna all'altro le proprie preoccupazioni derivanti dall'assolutaignoranza della lingua russa; l'altro lo tranquillizza:
-Non ti preoccupare; il russo e' uguale all'italiano; basta aggiungere in fondo asky e osky e non c'è problema!
Difatti la sera vanno al ristorante ed iniziano ad ordinare:
-Allora: cavialosky per mesky e salmonesky per il mio amicosky".
Il cameriere torna con piatto di caviale ed uno di salmone.
-Hai visto che funziona!- dice il tizio all'amico
-Camerierosky!! Scusasky: due piattosky di storionosky ed un vinosky biancoski!
E arriva lo storione ed il vino bianco.
-Visto; che ti dicevo; non ci sono problemi con il russo
E continuano ad ordinare; alla fine: -Camerierosky il contosky!...
Il cameriere porta il conto e dice:" Ecco il conto! Paisa'! si nun ce stavo io col cazzo che mangiavate!!

Due messicani sonnecchiano sotto il loro largo sombrero appoggiati ad un muretto. Ad un certo punto uno dice:
-Paco !
-Dime Pedro!
-Paco, è de fora el cazzo?
Paco apre un occhio… guarda l'amico e risponde
-No Pedro!
E allora Pedro sospirando dice:
- Allora piscio domani.....

Un turista Italiano scende in un lussuoso hotel in riva al mare in Sud Africa. Mentre sorseggia un drink sulla veranda del bar scorge un motoscafo che compie evoluzioni trainando un negro che fa sci d'acqua. Sorpreso ed incuriosito segue a lungo lo sciatore ed infine quando sopraggiunge il Maitre dell'Hotel esclama : -Curioso… leggendo i giornali ho sempre pensato che i contrasti razziali fossero molto forti in sud Africa…. Invece vedo un uomo di colore che se la passa piacevolmente facendo sci d'acqua….
Il Maitre lo guarda e piuttosto imbarazzato risponde: -Guardi… veramente non stanno facendo sci d'acqua…. Stanno pescando pescicani...

Tre astronauti devono partire per lo spazio per un viaggio che durera' anni. Naturalmente visto che staranno nello spazio per tanto tempo sono liberi di portarsi quello che vogliono, per rendere meno gravoso il passare del tempo.
Il primo dice che gli piacciono le donne e cosi' si porta dietro 20 donne bellissime.
Il secondo dice che adora mangiare, cosi' gli riempiono l'astronave di ogni possibile alimento.
Il terzo confessa di essere un patito per il fumo e cosi' gli riempiono l'astronave di sigari e sigarette.
I tre partono quindi ognuno con la sua astronave.
Dopo 10 anni finalmente ritorna il primo astronauta. Si apre il portellone ed escono dozzine di bambini. Gli
chiedono come e' andata e lui: "Ah, veramente una bella missione".
Dopo un po' arriva il secondo; si apre il portellone e ne esce una sfera compatta di lardo di 200 Kg che tutto contento se ne va.
Dopo un po' arriva il terzo; si apre il portellone ed esce l'astronauta incazzato come una bestia. Gli chiedono com'e' andata e lui: "I CERINIIIIII....!!!!"

Due extraterrestri, lui alto e muscoloso, lei tutta curve, atterrano vicino alla villa di due terrestri che, passati i primi attimi di paura, cercano di fraternizzare. I terrestri offrono loro cibo, poi chiacchierano e alla sera decidono di fare all'amore scambiandosi di coppia.
Cosi' in camera da letto i due si spogliano, ma per la donna terrestre c'e' una grande delusione: l'alieno possiede un cosino minuscolo. L'alieno pero' si tira l'orecchio destro e, meraviglia, il suo cosino si allunga a dismisura. La donna spalanca gli occhi: "Si', ora non e' male come lunghezza, pero' e' un po' misero come diametro...". Allora l'alieno si tira l'orecchio sinistro e il suo coso si allarga e diventa enorme. Cosi' per tutta la notte fanno l'amore.
La mattina dopo i 4 fanno colazione e poi i due alieni ripartono.
La donna allora si rivolge al marito: "Caro, e' stata una esperienza spaziale... e a te, dimmi, come e' andata ?".
"Non saprei, che strane abitudini! Per tutta la notte non ha fatto che tirarmi le orecchie!".

Un contadino sta arando il proprio campo quando un disco volante atterra proprio davanti a lui. Paralizzato dalla paura, il contadino assiste alla discesa dell'omino verde con le antenne che, appena toccato terra, si cala i pantaloni e si srotola un coso incredibilmente lungo. Srotola e srotola, alla fine arriva in fondo, lo impugna alla base e, roteandolo come una frusta, comincia a colpire il contadino che, sempre piu' impietrito, non reagisce. PIM, PUM, SCIAC... il marziano continua a colpire. Alla fine smette, ri-arrotola il suo aggeggio, risale sul disco volante e se ne va, lasciando il contadino pesto e sanguinante.
Dopo un paio d'ore, riavutosi dallo shock, questi rientra in casa e la moglie, vedendolo cosi', urla:
"Oddio, che ti e' successo?!?!?!".
E lui: "Niente, cara: cazzate!!! "

E'' notte. Mario il camionista sta percorrendo una strada statale fra i boschi. All'improvviso sente alla radio: "Edizione straordinaria del GR1. Atterrati vicino ad Arezzo degli extraterrestri: sono alti 70 cm, hanno occhi di fuoco e viaggiano su strani oggetti volanti non identificati., dotati di luci lampeggianti bluastre".
Mario ha un sussulto! vuoi vedere che quelle luci nel bosco due Km prima erano..!?!?...nooo..!..i..io..che incontro i primi
extraterrestri...giornali .. tv...interviste...che occasione!
Con il cuore in gola inverte la marcia del suo Tir dirigendosi verso le luci lampeggianti intraviste fra la boscaglia. Abbandona il mezzo e si addentra tra i cespugli, avvicinandosi sempre piu' al fascio di luci, cuore a 240 battiti e intravedendo dietro al cespuglio uno strano essere come rannicchiato con gli occhi contratti: "Ehi...io Mario...ca...camionista..!".
Una voce da dietro il cespuglio: "IO GIULIO, AUTISTA DI AMBULANZA E STO CAGANDO...!"

Finalmente i terrestri hanno colonizzato la Luna.
Durante un'esplorazione sono rinvenuti degli esseri viventi uguali ai terrestri, solo molto piu' piccoli (pochi centimetri). Uno dei terrestri si innamora perdutamente di una bella selenita, le confida il suo amore e il desiderio di sposarla.
La bella selenita gli dice: "Anche tu mi piaci, ma per il matrimonio e' necessario che siano d'accordo i miei genitori. Prendimi in mano che ti porto da loro".
Detto, fatto. Il terrestre prende su una mano la piccola selenita e arrivati dai genitori di lei prende sull'altra mano anche il padre e la madre della bella selenita. Il terrestre chiede la mano della fanciulla e i genitori si mostrano entusiasti. Allora il terrestre fa: "Oh, come sono contento!" (e contemporaneamente fa il gesto di applaudire).
.
Un'astronave scende sulla Terra vicino ad un benzinaio. Ne scende l'alieno che si avvicina alla pompa di benzina credendola un terrestre, e comincia a parlargli: "Ciao, sono KX-21! Come ti chiami?". Logicamente la pompa non risponde, ma l'extraterrestre non demorde: "CIAO! SONO KX-21! COME TI CHIAMI TERRESTRE?". Niente.
La pompa non spiccica una parola. Al che l'extraterrestre, stizzito, ritorna alla sua astronave.
Viene chiamato a rapporto dal comandante, che gli fa: "Allora, come e' andata coi terrestri?".
"Sono allibito: ho chiesto ad un terrestre piu' volte come si chiamasse, e questo e' rimasto muto a fissare il vuoto! Devono essere ancora ad uno stadio primitivo".
Allora il comandante: "Ma sei proprio scemo! Non ti posso far fare proprio niente! Mi tocchera' mandare gił tua sorella, e' molto piu' affidabile di te!".
Ma KX-21 replica: "MIA sorella??? Nonnonno!!! Ci manderai TUA sorella!!! I terrestri hanno un cazzo cosi' lungo che se lo girano due volte attorno e se lo infilano nell'orecchio!!"

Un tizio vince un concorso al municipio di Milano e si presenta dal sindaco che lo riceve calorosamente e dopo essersi congratulato con lui : " ... e questo e' l'ufficio a lei assegnato, mi raccomando, la puntualita' e' essenziale! l'orario di lavoro e' dalle otto e trenta alle dodici e dalle quindici alle diciotto... questo e' tutto, buon lavoro"
"mi scusi" fa il neo assunto "lei e' stato cosi' gentile... io le debbo confessare una cosa importante"
"cosa c'e', dica, dica pure" dice il sindaco.
"ecco... (imbarazzato) ...io sono stato assunto ma... la verita' e' che ho barato sul questionario...insomma alla voce che chiedeva se ero in possesso di integrita' fisica ho risposto si ma..."
e il sindaco, lanciandogli un'occhiata indagatrice: "ma lei sembra a posto, cosa c'e' che non va?"
il tizio, imbarazzatissimo, comincia a farfugliare "sa, e' successo tanto tempo fa...una disgrazia...insomma... non ho le palle!"
il sindaco, con aria consolatoria " ma cosa vuole che sia! e poi per fare il ragioniere non le servono mica... non ci pensi piu'... e mi raccomando la puntualita'... dalle dieci e trenta alle dodici e dalle quindici alle diciotto."
e il neo assunto: "ma come, non si comincia alle otto e trenta?"
"si" dice il sindaco "ma vede, si annoierebbe, noi dalle otto e trenta alle dieci e trenta, qui CI GRATTIAMO LE PALLE!!!".

Palermo, famiglia normale, molto rispettosa e timorata di Dio, fino aquando, un giorno, la bambina di 10 anni rompe la tranquillità a tavola edice serena:"Non sono più vergine!"
Un lungo silenzio sepolcrale scende nella casa, poi....
.Il papà alla madre
:"Miiinghia, tu, donna di strada, troia, baldracca fetusa e bottana! Tu ti vesti sempre come una bottana e ti trucchi che sembri una maiala in calore co sti minghia di perizomi! Per non parlare del lessico: dici sempre parolacce davanti alla bambina! "
Il papà alla figlia di 20 anni:
"E tu, bottana pure tu! Fotti con quel capellone sul divano ogni volta che usciamo! E tutto davanti alla bambina! L'altro giorno trovai anche tracce di sperma sul cuscino del mio letto dove metto la fazza per dormire!! Per non parlare del vibratore che tieni nel cassetto! Non credere che non l'abbia visto, heee!"
La mamma al papà:
"Un momento! Proprio tu ti scaldi tanto! Proprio tu che spendi metà dello stipendio in bottane e le saluti davanti alla porta di casa... e tutto davanti alla picceridda nostra! Ogni venerdì sera hai il colletto sporco di rossetto e da quando abbiamo la TV via cavo non vedi altro che film porno! Tutto davanti alla bambina! Per non parlare di quella bottanazza della tua segretaria che ti suca a mitraglia e ogni tanto telefona qui con la voce d'angelo, e a volte parla anche con la bambina!"
Poi, la madre molto comprensiva e con le lacrime agli occhi si rivolge alla bambina e le chiede:
"Però, figghiuzza mia, dimmi un po', come ti successe?! Fu cosa anale o vaginale? Ti violentarono o fosti tu che decidesti di possedere un tuo compagno di classe?"
La bambina molto sorpresa risponde:
"No, mamma! E' che la maestra mi ha cambiato il ruolo alla recita di Natale! Non sarò più la Vergine, ma la pastorella!

Due amiche escono a cena; all'uscita dal ristorante dopo un'allegra serata, accusano dolori di pancia lancinanti:
"Non riusciamo ad arrivare a casa......dobbiamo fermarci".
Sicchè si fermano in un cimitero e lì espletano il bisogno incontenibile.
Terminato, sorge il problema della carta igienica che... non avevano.
"Senti... io uso le mutande"
"Sei matta, chissà cosa penserà tuo marito quando torni e ti trova senza mutande...."
"E' lo stesso... io uso quelle"
"Io le mutande non le ho.... uso il mazzo di fiori freschi che c'è in questa tomba"
L'indomani i mariti delle rispettive amiche si incontrano:
"Allora cosa ti ha raccontato tua moglie della cena di ieri sera?"
"Taci vah... è rientrata senza mutande!"
"Ah sei fortunato.... la mia aveva un biglietto nel culo con scritto: GLI AMICI TI RICORDERANNO SEMPRE....."

precedente