Elenco Barzellette
Per Tutti 5



Cartolina dalla Palestina: "Bacioni. Giuda".

Perche' da 2000 anni il bambin Gesu' nasce in una grotta? Perche' aspetta i fondi della ricostruzione!

Pilato alla folla: "Chi volete libero? Gesu' o Barabba?" "Barabba". Pilato: "Bene Barabba libero e Gesu' in porta".

Gesu': "Lazzaro, alzati e cammina". Lazzaro: "Si dice per piacere".

Un amico incontra Lazzaro: "Ma non eri morto?". E Lazzaro: "Sta' zitto, sono vivo per miracolo!".

Gazzetta di Gerusalemme: Capellone incita la folla a camminare sull'acqua. 10.000 morti. Catturato e crocefisso.

Quando Gesu' resuscito' si fece vedere prima dalle donne perche' la notizia si spargesse piu' presto.

Maria e Giuseppe nella grotta di Betlemme dopo la nascita del loro piccolo stanno discutendo sul nome da dargli. Ad un tratto Giuseppe si alza e sbatte la testa sul soffitto della grotta gridando: "Cristo!". E Maria: "Beh, questo mi sembra un bel nome!"

Quanti fari avrebbe l'auto di Cristo? Fari-sei.

La sai l'ultima sulla via Crucis? L'hanno asfaltata!

In Paradiso Dio: "Chi va a fare la spesa oggi?". Gesu': "Vado io". "No tu no che hai le mani bucate!".

Monte Calvario: 33 DC. Un tizio incontra un romano e gli chiede: "Hai visto Gesu'?". E il romano: "Si', l'ho incrociato poco fa!".

Gesu': "Alzati e cammina"; niente. "Alzati e cammina!"; niente. Un seguace: "Guarda, Gesu', che quello e' sordo, non paralitico!".

Gesu' Cristo sulla croce a un motociclista: "Chi sei?". "Ponzio Pilota".

Gesu' è analfabeta; come firma? Con una croce!

Maria a Gesu': "Sei la mia croce!".

C'e' sciopero in Paradiso e Gesu' sostituisce S. Pietro all'ingresso. Ad un tratto Gesu' vede avvicinarsi un arzillo vecchietto: "Benvenuto buon uomo, qual e' il tuo nome?". "Mi chiamo Giuseppe, ma ho vari soprannomi". "E che lavoro facevi Giuseppe?". "Il falegname". "E dimmi: hai avuto prole ?". "Ho avuto un figlio ma per miracolo, non so neanch'io come e' potuto accadere". "Ah si' ?!" (diventando pensieroso). "E... cosa faceva questo figlio ?". "Eeeeh! Mi dava un sacco di grattacapi. Era sempre via insieme a persone sconosciute. Ma io lo sapevo che un giorno o l'altro lo avrebbero tradito!". Gesu' sussulta un attimo, poi gli fa ancora una domanda: "E... senti, com'era il suo rapporto con... la gente ?". "Mah, qualcuno gli voleva bene, altri no. Ha avuto problemi con le forze dell'ordine... Eppoi, tutta quella gente che lo voleva mettere sempre in croce !". Gesu', con gli occhi pieni di lacrime alza le braccia al cielo e grida: "Papa' !". E il vecchietto: "Pinocchio !".

<

Golgota, 33 DC. Gesu' fa 5 minuti di esercizi di riscaldamento, poi si mette il filo spinato in testa e la croce in spalla. Maria Maddalena lo guarda negli occhi e grida: "Go!" e fa partire il cronometro. Gesu' scatta e corre verso la cima. Gli ultimi cento metri sembrano non finire mai. Appena arrivato pianta la croce e urla "Stop!". La Maddalena risponde con "9 primi e 12 secondi, sei ancora migliorato". Gesu' trionfante urla verso il cielo "Padre, non mi abbandonare proprio adesso". Ritorna a valle e ricomincia. La scena si ripete tre giorni di seguito. Il quarto giorno due centurioni romani osservano Gesu' continuare il su e gił ed incuriositi chiedono: "Aho signo' , ma che sta' a fa quello ?". E la Maddalena risponde sospirando: "Cosa volete farci, e' la sua ... passione !".

Lazzaro antra al bar e esclama: -fiuuu, ragazzi, sono vivo per un miracolo!

Se Dio ci avesse creato con l'intenzione di non farci masturbare ci avrebbe fatto con le braccia piu' corte.

Su un aereo in avaria viaggiano il Papa, D'alema, Scalfaro e un giramondo. La legge della barzelletta fa si' che ci siano solo tre paracadute. D'alema afferra il primo e dice: " Io sono indubbiamente il piu' astuto, sono pronto nelle decisioni quindi..." e si lancia. Scalfaro afferra il secondo dicendo: "Conscio dell'alta dignita' e responsabilita' della mia carica, delle aspettative che la nazione ripone in me, io devo mettermi in salvo" e scompare attraverso il portello. Restano il Papa e il giramondo a guardarsi. Sua Santita' guarda il giovane, ne ravvisa la somiglianza con Gesu' e decide di sacrificarsi: "Figliolo, io sono vecchio e atteso in cielo, quindi sarai tu a salvarti, ma prima devo dirti alcune cose che tu insegnerai nel mondo, se vuoi far cosa grata a questo vecchio prete". "Santita'" lo interrompe il ragazzo, "mi risparmi il sermone, perche' possiamo salvarci tutti e due, non ha visto che il piu' astuto s'e' buttato col mio sacco a pelo?".

Un tizio assai appassionato di tennis ha un apparizione nel sonno. E' San Pietro, al quale chiede: "San Pietro, ti prego, lo so che ti sembrera' esagerato, ma dimmi se in Cielo esistono i campi da tennis, non posso dormire senza sapere se quando verra' il mio giorno potro' ancora giocare".
E San Pietro: "Veramente non saprei dirti, l'addetto allo sport e' San Tommaso, ma voglio aiutarti, andro' a chiederglielo
e poi ti riappariro' in sogno".
Passano alcuni giorni e San Pietro riappare in sogno: "Ho buone notizie per te. In Cielo esistono i migliori campi da tennis che tu abbia mai potuto immaginare, in erba, in terra, in cemento. Spogliatoi eccellenti, tutto gratis".
"Grazie San Pietro, grazie".
Ma San Pietro aggiunge: "C'e' anche una brutta notizia... ".
"Cioe'? ".
"C'e' un campo prenotato per te per domani".

Gesu' gioca a golf con San Pietro. San Pietro colpisce la palla e questa arriva sul green vicino alla buca. Gesu' tira e la palla finisce in mezzo ai cespugli.
Una lepre che passa di li' la prende in bocca e scappa. Un'aquila si precipita sulla lepre e se la porta in alto.
Un cacciatore vede l'aquila e le spara. L'aquila colpita lascia andare la lepre, la lepre lascia andare la palla che cade dall'alto centrando la buca del campo di golf.
Gesu' allora leva gli occhi al cielo e dice: "Padre, posso giocare anche da solo!!".

Scenario: la tribuna d'onore dello stadio Olimpico. La partita e' il ritorno della finale di coppa Italia Lazio - Milan (l' andata e' finita 0-0). Seguono la partita anche Rutelli ed il Papa.
Segna Casiraghi alla fine del primo tempo e Rutelli (noto tifoso laziale) si alza in piedi e grida al goal, mentre il Papa
rimane seduto e comincia a sudare.
90' Albertini con un tiro da fuori area prende la traversa, ma il pallone ricade sui piedi di Paolo Maldini che mette la palla in rete. Il Papa si alza in piedi, grida al goal e da sotto la tunica tira fuori una bandiera del Milan.
Il sindaco lo guarda sbigottito e gli domanda: "Ma non pensavo che fosse un tifoso del Milan !!".
E il Papa gli risponde: "Ma che tifoso del Milan, sono venuto allo stadio perche' mi hanno detto che la Lazio vince ad ogni morte di Papa !!!"

Gesù è stato appena crocifisso e passa vicino alla croce un motociclista che, incurante della sorte di Gesù continua a fare evoluzioni e facendo un gran casino con la moto.
Gesu gli chiede:"Chi sei?"
e questo continua a fare casino con la moto
Gesu gli richiede :"Chi sei tu che continui ad andare a destra e a sinistra con la moto?" e questo non risponde.
Alla fine incazzato come una iena Gesù dice :"Chi cazzo sei tu che rompi i coglioni con la moto?!?"
Questo si ferma, si toglie il casco e dice:"Ponzio Pilota".

Cos'è la bile? Non posso dirlo: è un secreto!
"Dottore ho dei momenti di amnesia". "Da quanto tempo?". "Da quanto tempo che cosa?".
"Dottore, soffro di continue amnesie". "Le spiace pagarmi la visita in anticipo?".
Dottori: chi ha lasciato l'aorta aperta?
Un medico affacciandosi cerimonioso alla porta della camera in un ospedale : "Disturbo?". "Gastrico!"
Un tale incontra un amico in una corsia di ospedale: "Ma che fai con quella supposta nell'orecchio?". "Oddio...e la matita?".
Lezione di medicina: "Il paziente si è fratturato un femore e zoppica; tu cosa faresti?". Lo studente: "Zoppicherei anch'io".
Ho preso tante medicine che ogni volta che tossisco guarisco qualcuno.
"Dottore, mia moglie si sente male in macchina...". "Metta un'antenna!".
"Dottore, negli ultimi mesi sono ingrassata 70 Kg". "Non si preoccupi, apra la bocca e dica: 'muuuuuh'
"Dottore, dottore! Sto perdendo i capelli!". "Allora se ne vada: ho appena spazzato!".
"Dottore, nessuno mi prende sul serio!". "Ma sta scherzando!".
"Dottore, ho un problema, faccio scoregge che non puzzano". "Faccia sentire". Il paziente scoreggia e il dottore: "La cosa è grave, bisogna operare". "Al sedere?". "No, al naso!".
"Dottore, dottore, non mi sento bene". "E allora si parli più forte!".
"Dottore, ha qualcosa contro la tosse?". "No, tossisca pure!".

Ad una conferenza tecnologica.
Giapponese: Noi avere piccolo orologio comunicare tutto il mondo.
Americano:Noi computer con Internet navigare tutto il mondo.
ITALIANO:(scurreggia)è ARRIVATO UN FAX, VADO AL BAGNO A LEGGERLO!

Due amici passeggiano per la strada. uno, appassionato di statistiche, fa all' altro: "sai che ogni volta che io respiro c' e' qualcuno che muore?" e l' amico, gelido: "fantastico, hai provato qualche cura per l' alito?!?"

Quattro giovani laureati di 4 importanti università tecniche, Yale, Harvard, Sorbona, e Roma, cercavano impiego in una importante multinazionale con sede in Brasile.
I quattro candidati furono chiamati insieme per un'intervista con il Direttore Generale. Il Direttore disse loro che dovevano rispondere ad una sola domanda, e che a seconda della risposta, il posto sarebbe stato loro.
Il Direttore chiese: - Cos'è più veloce al mondo?
Il laureato di Yale rispose: - Il pensiero!
E il Direttore chiese: - Perché?
- Perché un pensiero è pressoché immediato!
Il Direttore pensò che era una eccellente risposta.
Il laureato di Harvard rispose: - Un battito di ciglia. Perché è talmente rapido, che non ci accorgiamo nemmeno di farlo!
Il Direttore restò incantato.
Il laureato della Sorbona rispose: - La corrente elettrica!
- Perché? - volle sapere il Direttore.
- Perché ci avviciniamo all'interruttore, e con un leggero movimento possiamo accendere subito una luce a 5 km di distanza!
- Eccellente! - rispose il Direttore.
Fu il turno del laureato di Roma, che rispose: - Signor Direttore... è la diarrea...
Il Direttore stupefatto gli disse: - Lei ha voglia di scherzare, che dice?
Il laureato replicò: - Proprio la diarrea. Stanotte avevo una diarrea così forte che prima di poter pensare o battere le ciglia, e senza darmi il tempo di accendere la luce, mi ero già cagato addosso...
L'impiego fu suo.

Dal chirurgo plastico: - Dottore, cosa potrebbe fare per il mio doppio mento? - Bah... le potrei mettere una seconda bocca...

Una signora va dal medico e gli dice: - Dottore, dottore, mio figlio tratta male la nonna!
E il dottore risponde: - Non si preoccupi signora, è l'età!
- Ma... dottore, mio figlio bastona tutti i gatti che vede!
- Signora vedrà che col tempo passa...
- Dottore, veramente mio figlio picchia tutti i suoi compagni di scuola!
- Signora è ancora un bambino, non si preoccupi!
- Allora posso stare tranquilla, dottore?
- Ma certo, signora Hitler!!!

Andrea Camerini, un pittore livornese poco noto e squattrinato, telefona al gallerista che ha accettato di esporre alcuni dei suoi quadri: - Ciao, sono Andrea... allora dimmi, come vanno le cose? Qualcuno si è interessato dei miei quadri? Sai, avrei l'ipoteca del ristorante da pagare...
- Oh, ciao... - risponde il gallerista - I tuoi quadri? Ecco non so come dirtelo...
- Dai dai non tenermi sulle spine!!!
- Va bene... stamattina è venuto un mio vecchio cliente, ha guardato i tuoi quadri, ha chiesto chi eri, poi mi ha domandato se i tuoi quadri avrebbero acquistato valore dopo la tua morte...
- Il solito luogo comune! E tu cosa gli hai detto? Gliel'hai rifilato un mio quadro?
- Lo sai che sono del mestiere, gli ho detto che dopo la tua morte i quadri avrebbero avuto un forte incremento di valore, e quello li ha comprati tutti e quindici!
- TUTTI E QUINDICI? E chi cacchio era???
- Il tuo medico...

Un tale dal dentista:
- Dottore, mi raccomando, niente anestesia, cloroformio o altri perditempo, voglio solo che prenda le pinze, afferri bene il dente e lo strappi via, e basta!!!
- Beh, accidenti, questo si chiama essere dei veri stoici... d'accordo, come vuole, allora mi faccia vedere questo benedetto dente!
- Certo, Dottore!! - E, rivolto alla moglie - Cara, apri bene la bocca e mostra il dente che ti duole!

Dottore... credo di essere un biscotto! - Piccolo e secco? - Sì... - Sottile e salato? - Sì, proprio così... - Guardi che lei non è un biscotto. E' un cracker.

Dottore, dottore... mio figlio ha bevuto un litro di benzina, che cosa può fare? - Se va piano, anche venti chilometri!

Un medico è chiamato una notte a casa di un contadino che gli annuncia che la moglie sta per partorire nella stalla dove si è fermata a causa delle doglie. Vanno nella stalla tutta buia e il medico chiede al contadino di tenere in mano una lampada. Guarda la donna e dice all'uomo:- Sei il padre di un bel maschio. Facciamo un brindisi! No, aspetta, sei padre di un paio di gemelli maschi. Apriamo una bottiglia! Un attimo... vedo un altro bambino. Allora, facciamo una festa! Aspetta, aspetta... puoi tenere più vicino quella lampada?
E il contadino: - Scusame dotto', ma non è che è la luce che li attira???


- Dottore, dottore mia moglie ha inghiottito un topo!
- Vengo subito, intanto dica a sua moglie di tenere la bocca spalancata, e di mettersi davanti un pezzo di formaggio.
Dopo un'ora il dottore arriva e vede che la signora ha davanti alla bocca una sardina.
- Le avevo detto del formaggio, non una sardina!
- Avevo capito bene, solo che adesso bisogna far uscire prima il gatto...

- Una signora telefona preoccupata al dottore: - Dottore, dottore, mio figlio di 6 mesi non fa altro che piangere!
- Da quanto tempo?
- Da oggi a pranzo!
- Sarà qualche problema di alimentazione. Cosa gli avete dato da bere?
- Un po' di vino bianco... ma solo due dita!
- COSA? Del vino?? A quell'età dovete dargli solo del latte!!
- Eh? LATTE?? Con le cozze???

Dottore... il raffreddore non mi è passato! - Ha seguito le mie istruzioni? Le avevo consigliato un cognac e poi un bel bagno caldo! - Si dottore... ma il bagno caldo non sono riuscito a berlo..

Dottore, ci vedrò meglio con le lenti che mi ha prescritto? - Certamente. - E potrò anche leggere e scrivere? - Sicuro! - Benissimo dotto'... e pensa' che fino a ieri ero analfabeta...

Dottore... ho la testa che mi scoppia... - PRESTO TUTTI FUORI DI QUI!!!!

Uno psicolabile entra in stato di agitazione nello studio dello psichiatra. Si strofina vorticosamente le mani addosso come per scacciare qualcosa: - Dottore, aiuto, sono pieno di animaletti verdi!
Il dottore sollevando tutti i fogli: - E che me li butti sulla scrivania a me???

Dottore, dottore... un cane mi ha morso alla gamba! - Ci ha messo qualcosa sopra? - No, gli è piaciuta così com'era.

Dottore... mi aiuti, ho ingoiato l'orologio! - E le fa molto male? - No, solo quando devo caricarlo...

Un uomo va dal dermatologo perché è assillato dal problema della forfora. Il dottore lo rincuora:
- Guardi... lei è fortunato! Mi è appena arrivato un prodotto dagli Stati Uniti. E' a dir poco miracoloso. Prenda questa confezione di sette fiale e segua scrupolosamente le mie indicazioni: al lunedì deve mettere la fiala rossa, il martedì quella viola, il mercoledì quella gialla, il giovedì quella blu, il venerdì quella bianca, il sabato quella rosa e la domenica quella nera. Poi ritorni fra una settimana per un controllo.
Il tizio segue scrupolosamente la cura e dopo sette giorni si ripresenta dal dottore:
- Allora come va con la forfora?
- Beh la forfora non ce l'ho più... adesso c'ho i coriandoli!

Un chirurgo si trova in sala operatoria poco prima di iniziare un intervento. Si è appena lavato e disinfettato le mani... tenendole in alto per farle asciugare, si rivolge al ferrista di colore:- Guanti!
Il ferrista gli guarda un momento le mani e fa: - Diegi!

Dottore credo di essere un cane! - E da quando le succede? - Eh... da quando ero cucciolo!

Un uomo entra in farmacia: - Buongiorno dottore, vorrei delle fiale di Veleno. - Veleno?!? E a che le serve? - E' per mia suocera! - Ha la ricetta? - No ho la fotografia!

il medico visita una signora di una certa eta'.Mentre ausculta chiede: quanti anni ha?
lei: -CINQUANTADUE
il medico batte sulla schiena: -dica trentatre'...
E lei: -eh, dottore, io lo direi volentieri, ma non mi crederebbe nessuno...

Una voce flebile al telefono: "Dottore, sono Rossi, sono quello venuto da lei perche' sono molto stanco". "E allora?". "Dottore, non riesco ad aprire il flacone delle medicine!".

"E' un mese che mia moglie sta seguendo una dieta!".
"Ed è dimagrita?".
"No, non l'ha ancora raggiunta!".

A proposito di diete, un mio amico ha perso piu' di 60 Kg la settimana scorsa: sua moglie l'ha lasciato.

Notizia giornalistica: Professore di lingue morte si suicida per parlare le lingue che sapeva.

Un dottore al suo paziente ciccione: "Se tu fai 10 km al giorno per un anno arriverai al tuo peso forma".
Un anno dopo il paziente telefona al dottore: "Dottore, ho perso il peso, ma ho un problema".
"E qual e' il problema?". "Sono a 3650 Km da casa!".

Una carabiniere va dal medico perche' vuole dimagrire. Il medico le dice: "Cio' che dovete fare e' mangiare normalmente per due giorni, poi saltare il terzo giorno, poi cosi' di seguito. Ritornate da me fra un mese per vedere l'effetto".
Un mese piu' tardi il carabiniere ritorna; ha perso 10 chili, ma e' molto affaticato. Il dottore gli chiede:
"Che cos'e' che vi ha affaticato tanto, il digiuno?". "No, il saltare!"

- Dottore, mi fanno male le ossa! - E lei non le mangi!

Gara di corsa nel manicomio. Uno dei concorrenti: "Mi conviene arrivare primo o terzo". Un altro concorrente: "Perche??". "L?arbitro ha un cronometro che spacca il secondo!".

"Pronto? E' il manicomio provinciale?". "No guardi che si e' sbagliato, qui non abbiamo telefono!".

Un aereo che trasporta una comitiva di matti vola da parecchie ore. All'improvviso un'esplosione distrugge il pavimento dell'aereo e tutti i passeggeri riescono a non precipitare nel vuoto aggrappandosi ai portabagagli del soffitto che ha resistito all'attentato. Il comandante pero' avverte che essendo troppo pesanti uno dei passeggeri si deve sacrificare buttandosi nel vuoto. Un bravo passeggero allora esclama: "Molto bene per il bene di tutti mi sacrifico io!". A queste parole tutti i matti si mettono ad applaudire.

Un matto al caffe': "Avete del caffe' freddo? ". Il barista: "Certo, signore". "Allora, me ne scalda una tazzina? ".

"Dottore, mio marito crede di essere un cavallo da corsa, scalpita, nitrisce ...". "E' grave, ma dovrei riuscire a guarirlo, ma ci vorranno molti soldi". "Oh per i soldi non si preoccupi. Pensi che ieri ha vinto il Gran Premio d'Agnano".

Un matto dice ad un altro: "Mettiti gli occhiali e ascolta che buon odore!".


"E' scappato quel matto che credeva di essere un sapone". "E come e' scappato?". "Mi e' scivolato fra le mani!".

Al manicomio: "Mi scusi, sa dirmi dove si trova il prof. Von Schutz?". "Ma e' lei il prof. Schutz!". "Appunto, dove mi trovo?".

Bussano in piena notte al manicomio: "Aprite, fatemi entrare, sono diventato matto!". Il guardiano affacciandosi ad una finestra: "Non vedi che ora e'? Ma che sei matto?!".

Due ergastolani del manicomio criminale con le gambe incatenate alla classica palla di ferro stanno pulendo il cortile del carcere quando si mette a nevicare: "Andiamo dentro, qui nevica! ". E l'altro: "Che ci frega! Abbiamo le catene!" .

Un matto minaccia di gettarsi dall'alto. Gli infermieri sotto gridano: "Non farlo! Pensa ai tuoi figli". "Non ne ho". "Pensa ai tuoi genitori". "Sono morti". "Pensa alla Roma". "Non me ne frega niente della Roma". "E allora buttati, sporco Laziale!".

Due matti vengono portati a fare il bagno al mare. Ad un certo punto uno dei due si butta nell'acqua alta tentando di suicidarsi. L'altro capendo la situazione si butta in acqua e salva l'amico. Tornati al manicomio il direttore dell'istituto chiama il matto che aveva salvato l'amico e gli dice: "Complimenti, per il tuo gesto meriti la liberta'. Abbiamo ragione di credere che tu sia guarito, ma purtroppo devo darti una brutta notizia. Il tuo amico ha voluto morire lo stesso e si e' impiccato". Il matto pensieroso: "Mah no! L'ho appeso io perche' si asciughi !".

In un manicomio viene assunto un nuovo psichiatra. Il primo giorno di lavoro il nuovo psichiatra decide di passare un po' di tempo nella sala di ricreazione per entrare i confidenza con i pazienti, ma qui si trova di fronte ad una scena che non riesce a comprendere: tutti i pazienti sono radunati di fronte ad uno di loro che urla ad alta voce dei numeri: 25! e risate generali. 12! e risate. 23! grande ovazione. Preoccupato lo psichiatra va a consultarsi con un suo collega che gli spiega: "Per passare il tempo si raccontano tra di loro delle barzellette, ma siccome ormai sono sempre le stesse, hanno deciso di numerarle per non far fatica a raccontarle ogni volta". "Ah, ho capito, voglio fare una prova anch'io". Ritorna nella sala ricreazioni, raduna tutti i pazienti e si mette a gridare: 12! (Silenzio generale). 24! (Segni di disappunto). 35! (Fischi e proteste generali). Innervosito esclama: "Ma perche' con me non ridete e con quell' altro si?". "Perche' tu non le sai raccontare!".

Un matto scommette che riesce a buttarsi dall'alto del manicomio sopra un biglietto del tram senza farsi male. Ed infatti vince la scommessa che viene ripetuta molte volte. Un giorno pero' si sfracella al suolo, ma prima di morire guarda il biglietto e dice. "Ma chi e' stato a mettere un biglietto usato: e' forato! ".

Due matti vanno in giro per strada quando ad un certo punto vedono un enorme chiazza marrone davanti a loro. Il primo: - Sicuramente e' cacca. - No! - dice il secondo matto - e' cioccolato! - - E' cacca! - E' cioccolato! due continuano per un po' quando il primo matto propone: - Perche' non l'assaggiamo? - OK! I due assaggiano: - Hai ragione! E' proprio cacca! Per fortuna che non l'abbiamo pestata!

I medici di un manicomio decidono di effettuare delle prove per stabilire se qualche pazzo possa essere "liberato". I matti devono tuffarsi in un bicchiere d'acqua. Si buttano tutti, tranne uno. I dottori si complimentano con il 'guarito' e gli chiedono come mai non si sia voluto tuffare. Ed egli risponde: "Mica son matto: io non so nuotare!".

Al manicomio. Un matto sta portando a passeggio un dentifricio legato ad una corda. Due guardie parlano fra loro: "Guarda, quello crede di portare a spasso un cagnolino" e cosi' dicendo uno di loro si china sullo spazzolino e dice: "Bello, Fuffi, come stai?". E il matto: "Ma non lo vede che e' un dentifricio?" e poco dopo rivolgendosi al dentifricio: "Hai visto, anche stavolta l'abbiamo fregato!".

Un giornalista intervista in un manicomio un matto che crede di essere il Papa. "Ma perche' e' vestito cosi' tutto di bianco e con la tiara?". "Ma, caro, non vede, io sono il Papa!". "E quando e' stato eletto?". "Nessuno mi ha eletto; me lo ha detto Dio stesso!". Un altro matto li' vicino: "Io?! Ma tu sei matto!!".

I medici di un manicomio decidono di effettuare delle prove per stabilire se qualche pazzo possa essere "liberato". Decidono di riempire una piscina di olio e farci tuffare dentro i pazienti per vedere se qualcuno se ne accorge. Fanno entrare i matti che con circospezione si aggirano a bordo-vasca, un po' intimoriti; ad un certo punto ad uno ad uno si tuffano come nulla fosse e iniziano a nuotare; solo uno e' un po' restio a tuffarsi, ma finalmente si butta pure lui, ma prende una capocciata tremenda e riemergendo impreca contro i dottori: "Proprio Olio Sasso dovevate utilizzare?"

Due matti pescano in mezzo al lago su una barchetta. Dopo una giornata di ottima pesca, prima di ritornare uno dice: "Segna il posto che ci torniamo domani". L'altro fa un segno sul fondo della barca e il primo lo sgrida: "Ma che fai? E se domani ci danno un'altra barca? Il segno devi farlo sull'acqua!".

Due pazzi sono tra loro amici, paiono stare bene e non avere piu' fissazioni e comportamenti strampalati, cosi' i medici provano a studiarli se e' il caso di mandarli a casa. Viene regalato ad entrambi un coniglietto. Il primo dei pazzi risponde male, ci sta sempre seduto sopra la schiena, con le orecchie fra le mani, ghignando "brum, brum, bruuum, moooo, moooooooooo, moooooooo..." a mo' di moto. Il secondo pare reagire normalmente, sta tutto il giorno ad accarezzarlo, pare parlargli in sottovoce. Tutto cio' per una settimana intera, dopo la quale i medici vanno dal secondo "paziente" comunicandogli la loro decisione: "Abbiamo deciso di farla tornare a casa, cosa che invece non possiamo per il suo amico, che sembra proprio "partito". "Come e' partito? Porca miseria..." e sale anche lui sul suo coniglio "brum, brum, bruuum" e sfreccia velocemente "mooooo, moooooooooo, moooooooooOOOOOO"

Un tizio va dallo psichiatra: "Dottore, mia moglie e' pazza. Le piacciono i gatti e ha riempito casa nostra con un sacco di gatti; ne abbiamo piu' di 100; sono in ogni angolo, e poi la puzza che fanno... ". E il dottore: "Ma perche' non prova a tenere aperte le finestre? ". "Ma scherza, dottore? Cosi' scappano via i miei 200 piccioni...! ".

"Dottore, la mia vita e' impossibile. Da quando mio marito crede di essere un frigo io la notte non riesco piu' a dormire". "Su, si calmi, non e' cosi' grave". "Lo dice lei. Anche lei non riuscirebbe a riposare con quella lucetta accesa tutta la notte!".
Dallo psichiatra: "Dottore, a volte sento delle voci lontane, soffuse, quasi incomprensibili". "E quando le succede?". "Soprattutto con le interurbane!".

Un pazzo, percorrendo un corridoio, ne blocca un altro. "Scusi, sa che ora e'? ". "Si'!". " Grazie".

Due matti stanno andando di notte in bicicletta. Ad un certo punto vedono di fronte a loro due fari che si avvicinano, e uno fa all'altro: "Vuoi vedere che ho il coraggio di passare in mezzo a quelle due moto che stanno arrivando davanti a noi?". Al che l'altro cerca di distoglierlo: "No, non lo fare, puo` essere pericoloso, fatti gli affari tuoi!". Ma l'altro non sente ragioni e si butta in mezzo ai due fari. Gravissimo incidente, il pazzo viene ricoverato ed ingessato da capo a piedi; l'indomani l'amico lo va a trovare e gli chiede: "Allora, come stai?". "Io sto bene, ma se becco quel cretino che stava in mezzo coi fari spenti...!"

Nella metro: "Signore, mi scusi, ma perche' ha una banana in ogni orecchio?". "Per tener lontani gli orsi". "Ma non ci sono orsi qui". "Vedete che funziona ..."

"Dottore, sono sei mesi che mia moglie pensa di essere una falciatrice". "E allora perche' non me l'ha portata prima?". "Aspettavo che il mio vicino me la restituisse!"

Era uscito di testa e, quel che e' peggio, si era dimenticato le chiavi.

Dove si portano i matti per farli divertire? A Neuro-Disney.

"Dopo i 130 Km/ora la mia auto balla. Cosa posso fare?". "Spegni la radio!".

"Ma cara, come guidi; era rosso!". "No, era biondo!".

"Scusi il 15 passa di qui?" "No, il 15 sono a Milano!".

Colmo dell'automobilista?Fare il pieno con un assegno a vuoto.

Come si chiamano quelli che prendono la patente da privatisti ? Autodidatti.

Due preti fanno un incidente in macchina. "E' mia la colpa" dice il primo prete". "No, no - dice il secondo - e' mia la colpa, mia colpa, mia grandissima colpa!".

Era cosi' grasso che l'autoambulanza per portarlo in ospedale dovette fare 2 viaggi.

Perche' la Polizia ha scritto sulla portiera delle loro auto: LUCIO DALLA ? Perche' i loro colleghi inglesi hanno scritto POLICE.

Qual'e' la macchina ad iniezione piu' veloce? L'autoambulanza.

Tipico bullo sale su un bus ad Harlem e dice: "Oggi, Johnny il duro non paga" Stessa scena per vari giorni finche' trova un controllore ben piantato che gli chiede: "E perche' Johnny non paga?". "Perche' ha la tessera!".

Un carro funebre si ferma presso un'autofficina: "Scusi, mi controlla le candele...".

Un giorno Pierino torna a casa e chiede alla mamma: "Mamma, il nonno e' un meccanico?".
La mamma perplessa per la domanda risponde:"Certo che no!".
E Pierino ribatte: "E allora cosa ci fa sotto l'autobus?".

Un parcheggiatore romano: "Venga, dotto', venga tranquillo.Dietro c'e' er deserto!". Si sente un terribile tonfo. "Ah dotto', ha preso proprio la palma!".T

Titolo del Tema: "Descrivete un argomento con cento parole"
Svolgimento di Pierino: "Ieri mia madre è tornata a casa con un vestito nuovo. Le altre 89 parole le ha dette mio padre"

La maestra fa un giochino con i suoi allievi: - Allora... ditemi il nome di una cosa rotonda con tanti peletti! Luigi si alza e dice: - La pesca, signora maestra! - Bravo Luigi! - Il kiwi - risponde Maria. Poi si alza Pierino: - Le palle di Natale! La maestra lo guarda stupita e dice: - Ma Pierino... le palle di Natale sono si rotonde, ma non mi sembra che abbiano dei peletti! - Altro che! Natale togliti i calzoni, e mostra le palle alla signora maestra!!!

Pierino: "Cosa stai ascoltando? Ah, musica di tendenza?" Pierina:"Sì, di quella che dopo un po' tende a rompere!

IN FAMIGLIA -Pierino, perche' hai messo il giornale nel frigo? -Per avere notizie fresche!

La maestra a scuola, con l'avvicinarsi delle vacanze natalizie, pensa bene di parlare ai propri alunni del significato vero del Natale, cioè della nascita di Gesù Cristo: - Allora bambini, sapete che il Natale non è quella festa consumistica a cui noi tutti siamo abituati. Non è solo un giorno in cui si ricevono regali, rappresenta bensì la nascita di Nostro Signore Gesù. Gesù nacque in quel giorno e durante la sua vita fece tante cose buone. Poi infine morì sulla croce per tutti noi. Secondo voi dove si trova ora Gesù? Un bambino alza la mano e la maestra gli da la parola: - Per me Gesù è in cielo! Alza la mano una bambina e fa: - Per me Gesù è nei nostri cuori! E Pierino grida dal fondo dell'aula: - Lo so io! Lo so iooo! Gesù è in bagno!!! La maestra rimane sconcertata. Chiedendosi il perché di quella risposta, invita il bambino a spiegarne il motivo: - E perché pensi che sia in bagno? - Perché ogni mattino, quando mi sveglio, sento mio padre che prende a pugni la porta del bagno ed urla: "Cristo, è mai possibile che sei ancora lì dentro?!?"

Pierino tornò a casa da scuola felicissimo e suo padre gli disse:"ai vinto tu il premio bonta'?" e Pierino :"si papà, però per ottenerlo ho dovuto fare a pugni!

-Pierino, qual e' l'animale che inquina di meno? - La marmotta catalitica, maestra!

A scuola la maestra: "Dimmi, Pierino, la grande famiglia dei viventi si divide in mammiferi, e poi...?" Inoltra Pierino: "Babbiferi e figliferi..."

Analisi logica Pierino: soggetto,cade: predicato, nella pozzenghera: figura di merda.

Squilla il telefono. Il piccolo Pierino si arrampica sulla sedia e risponde:- Pronto chi sei?
- Ciao bambino c'è la tua mamma?
- Mamma e papà non sono in casa, c'è solo mia sorella...
- Va bane passami tua sorella...
Il bambino sparisce e dopo un po' torna esclamando: - Mi spiace, ma non riesco a sollevarla dalla culla...

Pierino torna a casa. -Mamma sono stato bravissimo; ho risposto bene alla prima domanda del maestro. -Ah,bene.Che cosa ti ha chiesto? -Come mi chiamo.

Pierino piange disperatamente, e la mamma gli chiede perché:- Al babbo è caduto il martello sul piede...
- Capisco, Pierino, ma non è una cosa così grave da piangerci sopra, caro.
- Infatti io mi ero messo a ridere...

Pierino: mamma, mamma; è arrivato il nonno.
Mamma: sì Pierino; fallo accomodare.
Pierino: sì! che vuoi accomodare!! ormai è ora di cambiarlo

Domanda di fisica a scuola a Pierino: "Cosa succede quando un corpo si immerge nell'acqua?".
"Suona il telefono!".

"Pierino, dove vivevano gli antichi Galli?". "Negli antichi pollai!".

Tema: passa il treno
Pierino svolgimento: e io mi scanso.
Maestra: Pierino, se fai cosi` io ti boccio !
Pierino: Meglio essere bocciati che schiacciati dal treno.

Il marito entrando a casa dice alla moglie: "Cara, mi sembra di sentire odore di bruciato". La moglie va a vedere in cucina, ma nulla e' sul fuoco; poi si ricorda ed esclama: "Ah dimenticavo, c'e' la balia con 40 °C di febbre!".

"Papa', ti piace la frutta secca?". "Perche'?". "Oh niente. Perche' sta andando a fuoco il giardino!".

Come si chiama l'elmetto dei pompieri? Pompelmo!
Piccola cittadina spagnola. Scoppia un incendio e subito accorrono i pompieri che stendono un telone sotto ad un palazzo in fiamme. Dall'ultimo piano si affaccia un signore che tentenna a buttarsi. I pompieri lo rassicurano e alla fine il signore si butta. Quando il signore sta per arrivare a terra i pompieri tolgono brutalmente il telone gridando: "Ole'!"

Signora agitata telefona ai pompieri: "Venite presto! La mia casa sta bruciando!". I pompieri: "Va bene, arriviamo, ma ci dica come fare per arrivare a casa sua". La signora: "Eh? Ma con quel camioncino rosso, no?"

La polizia arresta un piromane. L'ispettore lo guarda e dice all'agente: " Non e' lui". "Perche'?" chiede l'agente. "Non ha gli occhiali", risponde l'ispettore. "E allora?" ribatte l'agente. E l'ispettore: "Senza occhiali non mette bene a fuoco".

Un cannibale in farmacia chiede qualcosa per i bruciori di stomaco. Il farmacista: "Prenda un pompiere una volta la settimana!"

Qual e' la cosa piu' furba al mondo ? Il cerino, perche' una volta fregato non lo freghi piu'.

L'incendio era di proporzioni cosi' vaste che arrivarono, non solo i pompieri, ma anche i pompoggi e i pompdomani.

A scuola.
- Bertini, di la verità. È stato tuo padre ad aiutarti a fare i compiti?
- No, signora maestra, ha fatto tutto da solo.

Il professore rivolto alla classe:
- ...di conseguenza si deduce che mangiare pesce fa molto bene per lo sviluppo del cervello...
Uno studente:
- E' vero prof.! Io mangio pesce ogni giorno!!!
Il professore:
- Porca miseria, ecco: un'altra teoria che se ne va a farsi benedire...

Professore (mostrando un mazzo di chiavi): - Dunque, giovinotto, mi dimostri che queste sono mie...
Studente (preso malissimo): - Ehm, sì, quindi, ehm...
Professore: - Allora, che aspettiamo?
Studente: - Io, dunq... Aristotele... ehm...
Professore: - Se ne vada, torni al prossimo appello.
Studente (si alza e fa per portarsi via le chiavi): - Arrivederci...
Professore: - Ma che cosa fa? Dove va con le mie chiavi?
Studente: - Ah, ecco: dimostrato che sono sue!
Professore: - Promosso.

A Roma passo davanti ad una scuola. I bimbi felici stanno uscendo.
Una bimba pasciuta, grassottella.insomma, una balena attende che qualcuno la vada a prendere. Ad un certo punto si ferma una macchina e il guidatore la saluta "Bella de zio. Ma che te sei magnata un airbag (pronuncia eirbegghe)?"

La professoressa di Diritto mi ha guardato storto.

Lezione di medicina: "Il paziente si e' fratturato un femore e zoppica; tu cosa faresti?". Lo studente: "Zoppicherei anch'io"