Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
HOME

GENAZZANO (RM)


COME ARRIVARE
- Da Roma (Km 48) A1 uscita Valmontone, bivio di Valmontone e S.Statale 155.
- Da porta Maggiore Via Casilina e Via Prenestina.
- Autolinee ACOTRAL da Piazza dei Cinquecento

info
- Comune

Sosta Camper:
- Agriturismo e Centro Equestre "Santo Pietro"


Lo storico locale D. Girolamo Senni ritiene che il paese sorge sulle rovine della villa prenestina di Claudio Tiberio. E proprio il gimnasium dell'edificio, cioè quella parte della casa dedicata alla palestra e ai giochi ginnici, avrebbe dato il nome a Genazzano. Secondo un'altra fonte, invece, il suo nome deriverebbe dal gens Genucia propietaria del fundus Genucianus su cui e fondato il nucleo. In realtà il nome del centro appare solo nel secolo XI come Ienazzano. Nel secolo successivo diviene feudo della potente famiglia Colonna che lo fortificò con il castello che detenne ininterrottamente fino ai giorni nostri. Vi nasce Oddone Colonna, eletto Papa nel 1417 a Costanza con il nome di Martino V.

Da vedere

Appena fuori del Paese "il Ninfeo" detto Tempio della Dea Ragione.
Meta di pellegrinaggi alla Madonna del Buon Consiglio, dove l'immagine della Vergine è ritenuta miracolosa.
Interessante la Chiesa barocca di S.Paolo.
Di grande interesse è il Castello Colonna, di proprietà comunale, con loggiato, cortile, affreschi nelle sale superiori.

MOSTRE PRODOTTI LOCALI

Vino, formaggi, olio d'oliva, miele e dolci rappresentano gli elementi base della gastronomia locale fatta di piatti tipici dell'antica civiltà contadina ancora presente. L'Associazione Pro Loco, in collaborazione con 1'Amministrazione Comunale e la Cantina Sociale di Genazzano, proporrà una serie di manifestazioni dove si potranno gustare piatti come gli "gnocchi a coa de sorica", I gnoccacci", le "zazzizhie con facioli e cotiche", il "pollo alla Brancaleone", i "broccoliti'", la "cicoria selvatica", la 'favetta" e i "crespini", Per non parlare, poi, delle "barachie" con la marmellata fatta in casa, delle "ciambelle all'anice" e di tante altre delizie


Contatore sito