Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
HOME

PALESTRINA (RM)


COME ARRIVARE:
- Via Casilina, A1 uscita S.Cesareo e poi Casilina; Via Prenestina

info
- Comune

Sosta Camper
- Percorrendo il viale principale in salita che porta al centro storico seguire le indicazioni che mandano sulla destra, percorsi circa 400 m altro cartello, girare a destra per una strada in discesa, dopo una curva si trova l'area sulla sinistra.
- Lungo via Pedemontana, piazzetta con parcheggio gratuito e fontanella, illuminato e tranquillo. Il mattino di fronte c'è un piccolo mercato rionale. Arrivando da San Cesareo prima del Supermercato SISA girare a sinistra per via Pedemontana, dopo 50 metri si apre la piazzetta.
- Presso l’ex campo sportivo San Rocco, ingresso da Viale Pio XII. Illuminazione.


Le origini di Palestrina hanno inizio durante l'età del ferro, vi sono dei resti che testimoniano questo periodo. L'antica Preneste conserva la propria autonomia fino alla guerra tra Mario e Silla, Preneste alleata con Mario subisce un'attacco da parte delle truppe di Silla.

Nel periodo medievale i proprietari di Palestrina divennero i Colonna, questo creerà delle dispute tra i Colonna e i Papi, i quali in seguito distruggeranno il paese. Nel '600 il feudo viene venduto a Carlo Barberini, che si occuperà di riavviare l'economia e la ricostruzione del paese. In seguito vi saranno altre vicende che porteranno cambiamenti soprattutto a livello politico, mentre nel 1944 questo territorio subirà un attacco da parte degli alleati, che la bombarderanno causando la morte di molti civili.

Da visitare molto belle sono le Chiese il Duomo, S.Rosalia, S.Francesco, S.Lucia, il Museo Nazionale Archeologico Prenestino, le Mura Poligonali. Parlare di Palestrina è un'impresa complessa, essendo la città già famosa secoli prima della nascita di Roma. I ruderi dell'immenso tempio della Dea Fortuna, insieme ad altri insigni monumenti, sono testimoni del suo importante passato, che ancora oggi rivive nello splendido Museo Archeologico ricavato all'interno delle sue mura e nel tessuto urbanistico, creatosi nei secoli, che la rende molto caratteristica.

Oggi la città si avvia verso uno sviluppo economico e culturale molto importante per il territorio prenestino, dovendo affrontare tutti quei problemi tipici di una realtà urbana in movimento, a pochi chilometri dalla capitale.


Contatore sito