FIRENZE (FI)


Cosa vedere a FIRENZE

Cattedrale di Santa Maria del Fiore Visitare l’intero complesso della cattedrale di Santa Maria del Fiore, conosciuta più comunemente come Duomo di Firenze, consente di spuntare dalla lista delle cose da vedere ben 4 attrazioni in una: nel complesso sono infatti comprese la cattedrale di Santa Maria del Fiore stessa, la sua iconica cupola opera di Brunelleschi, il campanile di Giotto e il battistero di San Giovanni. Prendetevi del tempo per salire in cima alla cupola o al campanile, in base a dove trovate meno coda, per ammirare un panorama sensazionale del centro città; una volta tornati giù, sfidate la folla e visitate i sontuosi interni della chiesa. Per gli appassionati d’arte, davanti alla cattedrale si trova il museo dell’Opera del Duomo, che ospita le opere rimosse dalla piazza e dalla cattedrale, tra cui l’originale porta del Paradiso di Lorenzo Ghiberti presa dal battistero (quella che oggi è la porta d’ingresso del battistero è una copia), le cantorie di Donatello e di Luca della Robbia, una Pietà di Michelangelo provenienti dall’interno del duomo e molto altro ancora.

Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria Dopo aver visitato il Duomo, imboccate via Calzaiuoli, la strada dello shopping per eccellenza di Firenze. Essa collega piazza del Duomo all’altra piazza fondamentale per il tessuto storico-sociale di Firenze, ossia piazza della Signoria. Qui la star indiscussa è Palazzo Vecchio, oggi sede del comune di Firenze, in passato sede della repubblica fiorentina e dal 1865 al 1871 sede del Parlamento del Regno d’Italia. E’ possibile visitare Palazzo Vecchio gratuitamente per quanto riguarda il piano terra e il bel cortile interno, mentre alcune stanze sono visitabili soltanto a pagamento, acquistando il biglietto per il museo di Palazzo Vecchio. Tra le tante, spicca il magnifico Salone dei Cinquecento, la più grande sala italiana realizzata per la gestione del potere civile. Palazzo Vecchio è un esempio splendido di architettura trecentesca fiorentina, che si ritrova in tanti altri edifici storici della Toscana, basti pensare alla Torre del Mangia in piazza del Campo a Siena. Al suo fianco si trova la meravigliosa Loggia dei Lanzi, un vero e proprio museo a cielo aperto, completamente gratuito, dove è possibile ammirare alcune splendide statue, tra cui il Perseo con la testa di Medusa di Benvenuto Cellini e il Ratto delle Sabine del Giambologna. Infine, tra le numerose bellezze di Piazza Signoria, menzioniamo alcune statue, tra cui la Fontana del Nettuno di Bartolomeo Ammannati e il celeberrimo David di Michelangelo, che però è una copia: l’originale è esposta infatti alla vicina Galleria dell’Accademia.

Ponte Vecchio Tra i 4 ponti che attraversano il centro storico di Firenze, il più famoso, fotografato, particolare e certamente più bello è senza ombra di dubbio il Ponte Vecchio. La sua iconica forma l’ha reso uno dei simboli indiscussi della città. Percorretelo avanti e indietro, e fermatevi ad ammirare le botteghe e le gioiellerie degli orafi, ancora oggi più attive che mai. A metà del ponte c’è un bello spiazzo, dove fermarsi a scattare la foto ricordo perfetta di Firenze. Non tutti sanno che Ponte Vecchio è sormontato da una delle attrazioni più particolari della città: trattasi del Corridoio Vasariano, un corridoio lungo quasi 800 metri, costruito dall’architetto Giorgio Vasari nel 1565 per volere di Cosimo I de’Medici, per mettere in connessione Palazzo Vecchio, centro politico e amministrativo della città, con Palazzo Pitti, la dimora privata dei Medici.

Piazza di Santa Croce

Galleria degli Uffizi Impossibile andar via da Firenze senza aver prima visitato la Galleria degli Uffizi, il museo più visitato della città e senz’altro uno dei più famosi al mondo. Al suo interno si possono ammirare capolavori d’arte davvero unici, tra cui spiccano la Nascita di Venere e la Primavera di Sandro Botticelli, il Tondo Doni di Michelangelo, il doppio ritratto dei duchi di Urbino di Piero della Francesca, la Maestà di Ognissanti di Giotto, l’Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci, la Venere di Urbino di Tiziano Vecellio e molti, molti altri ancora. La visita agli Uffizi può occupare da poche ore fino anche a tutta la giornata, dipende ovviamente quanto a fondo volete andare con la visione e l’approfondimento delle singole opere. In alcuni tratti della galleria si ammira anche uno splendido panorama di Firenze, sia dal lato di Piazza Signoria sia da quello dell’Arno, con una magnifica vista su Ponte Vecchio. Prima dell’uscita, una bella terrazza all’aperto consente di avvicinarsi molto a Palazzo Vecchio, e sembra quasi di poterlo toccare

Galleria dell'Accademia

Museo interattivo Leonardo da Vinci

Basilica di Santa Maria Novella La basilica di Santa Maria Novella si trova nell’omonima piazza, alle spalle della principale stazione ferroviaria di Firenze. E’ praticamente la prima attrazione del centro cittadino che si può vedere una volta scesi dal treno, anche se la facciata, di gran lunga la parte esteticamente più bella della chiesa, si trova sul lato opposto, appunto quello che si affaccia sulla piazza. La facciata è in marmo e può essere iscritta tra le opere più importanti del Rinascimento fiorentino, nonostante il suo completamento definitivo avvenne soltanto nel 1920. Il resto della piazza è occupato da una serie di caffè e ristoranti all’aperto, una bella aiuola ben curata con un prato non calpestabile e splendidi fiori, e lo Spedale delle Leopoldine, le cui 15 stanze oggi ospitano il Museo Novecento, dedicato all’arte italiana del XX secolo, con oltre 300 opere in mostra permanente e numerose mostre e installazioni temporanee.

Palazzo Pitti L’antica residenza privata della famiglia Medici fa bella mostra di sè in Piazza Pitti. Stiamo parlando ovviamente di Palazzo Pitti, enorme edificio situato nella zona di Oltrarno. Costruito nel 1458 come residenza del banchiere Luca Pitti, fu acquistato da Medici circa un secolo dopo, e venne donato allo stato nel 1919 da Vittorio Emanuele III. Da quel giorno a oggi, Palazzo Pitti è un complesso museale statale, al cui interno si possono visitare numerosi musei. Il più importante di questi è la Galleria Palatina, composta da 28 sale che ospitano dipinti di altissima importanza risalenti soprattutto al 1600; a essa si affiancano gli Appartamenti monumentali, dove è possibile ammirare 14 sale parte degli antichi Appartamenti reali e 6 sale parte dell’Appartamento degli Arazzi, e gli altri musei del complesso: la galleria di arte moderna, il museo delle porcellane, il tesoro dei Granduchi, il museo della moda e del costume e il museo delle carrozze.

Giardino di Boboli

Piazzale Michelangelo

Mercato di San Lorenzo e Mercato Centrale