Tema
Assistere a una partita di calcio è un momento di svago o un’occasione per scatenare la propria aggressività?

Ci giungono spesso notizie riguardanti risse avvenute fuori dagli stadi ad opera di  gruppi di tifoserie diverse..

Questi scontri avolte causano feriti e, purtroppo, morti generando odio e rancore.  

Per alcuni individui assistere a una partita di calcio è un’occasione per scatenare la propria aggressività, rovinando il clima di serenità e gioia.

Episodi di questo genere non dovrebbero accadere mai, perché assistere a una partita di calcio è un momento di svago e non un’occasione per scatenare la propria aggressività.

La cosa che mi fa di più irritare sono i cori contro le squadre e quelli razzisti contro le persone che hanno etnie e provenienze diverse.

Vorrei che negli stadi e fuori finisse ogni forma di violenza, che gli ultrà, i tifosi, siano si allegri, vivaci, ma corretti, rispetto delle regole civili e sociali, senza striscioni e slogan razzisti o offensivi, dispregiativi, vorrei vederli sostituiti con slogan positivi, culturali, sportivi e di pace.

Vorrei che a vedere le partite allo stadio si potesse andare tranquillamente, serenamente con la famiglia, con i bambini per divertirsi.

Vorrei un calcio povero economicamente, cioè in cui girassero meno soldi, ma più ricco di contenuti sociali, culturali, sportivi.

Vorrei che, fosse un mercato di valori veri, di alta civiltà, di legalità e di onestà, oltre che di soldi e di valore economico commerciale.

Non è più possibile che i calciatori vengano pagato centinaia di milioni di euro o che prendono stipendi milionari:, è una vera vergogna nei confronti di tanti bambini nel mondo, che muoiono di fame e qui in Italia nel nostro bel paese, ci sono tanti cittadini che devono campare con 500 o 600 euro al mese e altri ancora con meno.

Credo sia arrivato il momento di interrogare le nostre coscienze.
Sarebbe bello vedere qualche buon esempio dai giocatori,iniziando a rifiutare stipendi multimilionari e portare avanti idee, proposte per fissare un limite massimo degli stipendi e delle cifre di quando si compra un giocatore.

Infine vorrei che il gioco del calcio, che è lo sport più bello del mondo, ricoprisse i valori, di unità, dell’amicizia, dello stare bene insieme, in un divertimento sano e creativo, per questo vorrei che in ogni piccolo e grande paese in Italia ci fosse un centro sportivo, un campo di calcio, per dare la possibilità a tutti i ragazzi di giocare.

In conclusione, assistere a una partita di calcio deve essere un momento di svago, perché ricordiamoci che negli stadi ci sono anche delle famiglie con bambini e non solo gli Ultras. Cerchiamo di non prendere esempio da questi “animali” e cerchiamo di essere più civili rispettando le squadre e i calciatori ma soprattutto le tifoserie di altre squadre.